Perché preoccuparsi dei virus?

Come puoi facilmente intuire, un "virus" informatico rappresenta un problema. Ma quale tipo di problema, esattamente? Il PC comincia a tossire o mostra sintomi influenzali?

Non esattamente, anche se è possibile descrivere alcuni possibili sintomi mostrati dal computer:

È chiaro quindi che è sempre preferibile evitare un virus informatico.

Nozioni fondamentali sui virus
Un virus è un programma creato e distribuito intenzionalmente per diffondersi nei computer e nelle reti e disturbare il corretto funzionamento dei computer. Questi programmi arrivano sui computer attraverso messaggi di posta elettronica, Internet, file scaricati e aperti da CD. Per funzionare, il virus si associa di norma a un altro programma già presente nel computer. Il PC non viene tuttavia infettato finché tale programma non viene eseguito.

Esistono anche altri programmi dannosi, spesso raggruppati con i virus, che si basano su processi tecnicamente diversi. Questi includono:
Worm: un worm è simile a un virus, ma non ha bisogno di associarsi ad altri programmi per entrare in funzione.
Trojan: un Trojan si presenta come un programma, ma è progettato per disturbare i processi del computer che infetta. Non è progettato per diffondersi in altri computer.
Trojan Backdoor: questo tipo di codice consente l'accesso al computer ad altri utenti attraverso Internet.

Di seguito sono elencati alcuni esempi di virus, worm e Trojan rilasciati negli ultimi due anni e una descrizione dei problemi che hanno causato:
DLoader-L: questo Trojan arrivava con un messaggio di posta elettronica apparentemente autentico, quindi scaricava e installava un altro programma sul PC
. Questo programma consentiva poi a un utente esterno di controllare il computer per attaccare siti Web a ogni connessione a Internet, senza che il proprietario del PC se ne rendesse conto.
Bugbear-D: questo worm registrava le sequenze di tasti digitate dagli utenti, incluse le password, consentendo poi all'autore del virus di accedere alle registrazioni. Il virus Compatable apportava modifiche ai dati contenuti nei fogli di calcolo di Excel, mentre il worm Sircam eliminava e sovrascriveva i dati presenti nei dischi rigidi in una determinata data.
Chernobyl (CIH): questo virus sovrascriveva i chip del BIOS di sistema del PC, rendendoli inutilizzabili. Il worm Netsky-D provocava l'emissione sporadica di un segnale acustico dal computer che durava diverse ore. Il worm Cone-F visualizzava un messaggio dai contenuti politici e si autoinviava via posta elettronica ad altri computer.
MyDoom: questo worm si inviava automaticamente via posta elettronica agli indirizzi trovati sui computer infettati. In questo modo, il traffico via posta elettronica generato raggiungeva livelli talmente alti da rallentare o bloccare i server di posta elettronica. Le società risposero fermando i server e il servizio di posta elettronica.

Se vieni colpito da un virus, i problemi potrebbero non riguardare solo te, ma anche clienti e partner commerciali se lo inoltri inavvertitamente. In un caso del genere, oltre all'imbarazzo, puoi rischiare di danneggiare la tua reputazione e di vederti chiedere un risarcimento da parte di coloro a cui hai inoltrato il virus.

Evitare i problemi
Se pensi che i danni e gli inconvenienti causati dai virus siano fastidiosi, tieni presente che secondo un report della BBC i virus conosciuti rilasciati nel 2004 sono aumentati del 50% e hanno toccato per la prima volta la cifra di 100.000 unità
. Non stupisce quindi che il mercato mondiale dei software antivirus abbia raggiunto ricavi superiori al miliardo di dollari annui.

L'installazione di software antivirus a livello aziendale dovrebbe diventare uno standard, come la presenza della barra spaziatrice sul PC. Molti nuovi PC sono dotati di versioni di prova preinstallate di software antivirus allo scopo di fornire protezione al computer fin dalla prima accensione.

Poiché vengono rilasciati sempre nuovi virus, imposta il software per scaricare automaticamente gli aggiornamenti e mantenere aggiornata la protezione. Inoltre, ricordati di rinnovare l'abbonamento annuale al servizio di aggiornamento.

Altre misure da adottare

Se combattere i virus ti sembra un'impresa ardua, non ti sbagli, ma ci sono anche delle buone notizie. Nel 2004, il numero di arresti e condanne per gli autori di virus e gli hacker è stato in assoluto il più alto degli ultimi anni.